°°°

La Bhagavadgita, il samkhya e lo yoga

Per una nuova storia dei rapporti fra vincolo, obbligatorietà e ‘libertà’
nell’India prima di Patañjali

°°°

Seminario di studi 2018-2019
Prof. Federico Squarcini

°°°

 

L’esperienza dei limiti e dei vincoli è all’ordine del giorno di tutti i viventi, ieri e oggi. È di fronte ai vincoli che ognuno tocca con mano la dimensione e l’ingombro dei propri limiti, fisici, emotivi e cognitivi che siano. A sua volta, esperire la limitazione delle proprie possibilità porta in primo piano i temi dell’obbligatorietà e del dovere. Obblighi e doveri, poi, arrivano a pesare oltre misura, fino a spingere al rifiuto, alla fuga, all’esigenza di ‘liberazione’ dai vincoli d’inizio.
Avere chiara e presente la traiettoria di questa sequenza pratica e affettiva, oltremodo attuale, è dunque decisivo per l’operare umano, come ben testimoniato dall’importanza che gli hanno assegnato gli autori di varie opere in lingua sanscrita. L’indagine e l’analisi di questa traiettoria, infatti, costituisce l’architettura fondamentale della ricerca che nell’India dei primi sec. a.C. accomunava fra loro i capifila di varie tradizioni ‘analitiche’ (samkhya), i proponenti dell’etica pratica della Bhagavadgita e gli esponenti di differenti ‘metodiche’ (yoga) emancipative.
La comprensione della natura dei vincoli, degli obblighi, dei doveri e degli automatismi è dunque lo scopo primo di questo ciclo di otto incontri, il quale, basandosi sullo studio attento dell’intero testo della Bhagavadgita, mira a illustrare e analizzare il reticolo di rapporti storici, pratici ed epistemici che uniscono fra loro sia i temi in oggetto sia le tradizioni indiane che agli stessi si sono variamente avvicinate.

 

Federico Squarcini insegna Religioni e Filosofie dell’India e Lingua e Letteratura Sanscrita all’Università Ca’ Foscari di Venezia, dopo aver insegnato Indologia e Storia delle Religioni dell’India presso le Università di Firenze, Roma ‘La Sapienza’, Bologna. È Direttore del ‘Master in Yoga Studies’ dell’Università Ca’ Foscari. Conta varie pubblicazioni, fra cui il testo scritto con L. Mori, Yoga. Fra storia, salute e mercato (Carocci, Roma 2008), e la cura della traduzione degli Yogasutra di Patañjali (Einaudi, Torino 2015).

 

Temi e date degli otto incontri
(orari: sabato 18.30-20.30 | domenica 12.00-14.00)

1° incontro, 6-7 ottobre 2018: Introduzione ai temi, ai testi e alle tradizioni esaminate.
2° incontro, 24-25 novembre 2018: Analisi dei capp. 1-3 della Bhagavadgita.
3° incontro, 12-13 gennaio 2019: Analisi dei capp. 4-6 della Bhagavadgita.
4° incontro, 16-17 febbraio 2019: Analisi dei capp. 7-9 della Bhagavadgita.
5° incontro, 16-17 marzo 2019: Analisi dei capp. 10-12 della Bhagavadgita.
6° incontro, 4-5 maggio 2019: Analisi dei capp. 13-15 della Bhagavadgita.
7° incontro, 1-2 giugno 2019: Analisi dei capp. 16-18 della Bhagavadgita.
8° incontro, 29-30 giugno 2019: Resumé, sunto e comparazione con la proposta metodica degli Yogasutra.

 

È possibile iscriversi solo per l’intero ciclo, non per i singoli incontri. Non saranno accolte richieste di iscrizione che giungano dopo il secondo incontro. È vivamente caldeggiata una presenza continuativa alle lezioni.
La quota per il seminario è di € 400, pagabili in unica soluzione. Se si opta per il pagamento lezione per lezione la quota è di € 60. L’assenza da uno o più incontri non esime dal pagamento delle corrispondenti quote.

Gli incontri si terranno presso lo Studio Iyengar Yoga – via B. Galliari 15 bis, Torino.

 

Per ulteriori informazioni e iscrizioni contattare lo Studio Yoga

011 6698099 – info@studioyoga.it

 

Comments are closed.